duminică, aprilie 12, 2009

Il paese dove (ormai) tutto può accadere

"Il paese dove tutto può accadere. Dopo giorni d'impegno, 700 uomini delle forze armate hanno arrestato una donna che entrava nella propria casa e un ragazzo che aveva una mazza da baseball in macchina. Il primo ministro si congratula con le forze dell'ordine davanti alle telecamere di tutto il mondo per "l'efficacia" del sistema. Nessun risarcimento per il danno d'immagine ai quattro innocenti "

Cronaca di una vergogna mediatica:


(ANSA) - L'AQUILA, 10 APR - Assolti dall'accusa di tentato furto nella casa di un anziano sfollato i 4 romeni arrestati per 'sciacallaggio'. Il giudice ha anche deciso di non procedere per violazione di domicilio nei confronti della badante romena sospettata di aver aperto la porta ai complici: il reato e' procedibile a querela di parte e l'uomo ha deciso di lasciar perdere. 6 mesi di reclusione a uno dei 4 per detenzione di arnesi atti a offendere: in macchina aveva una mazza da baseball.

LA VERITA', come spesso accade in questi gironi, quando si tratta di romeni, è un'altra- LUIGI, il datore di lavoro della donna, un anziano malato ricoverato all'ospedale, ha consegnato le chiavi, egli stesso alla sua badante: lei voleva prendere le sue cose per tornare e festeggiare Pasqua assieme alla sua famiglia, in Romania. Perché si lascia intendere che comunque, il reato c'è stato? E poi, da quando avere una mazza da baseball in macchina, è reato?

Torniamo indietro di poche ore...
-----------------------------------
Abbiamo visto tutti, il giorno dei funerali delle vittime del terremoto, l'immagine dei quattro romeni arrestati per sciacallaggio all'Aquila.

Il giorno del lutto, si è voluto dare un segnale forte di come l'amministrazione e lo Stato italiano risponde all'emergenza. Un segnale esemplare. Lo ha dato il premier in persona, davanti alle telecamere di tutto il mondo, davanti ai giornalisti venuti per assistere al triste funerale. "700 uomini delle forse armate per il presidio del territorio, ecco i primi risultati: sono stati arrestati quattro romeni, che hanno tentato il furto in una casa e sono stati trovati in possesso di oggetti probabilmente derivanti da altri furti."

Tra tutti i casi di sciacallaggio, hanno trovato finalmente il CASO ESEMPLARE: ecco i quattro ROMENI. processo per direttissima- il primo processo celebrato dopo il terremoto. All'ora di massima audience, quando tutta l'Italia guarda i TG per vedere il riassunto del funerale, ecco i QUATTRI SCIACALLI ROMENI! per la maggior parte del pubblico, magari è solo una conferma di quello che pensa già di sapere: ancora dei criminali romeni.

Nessuno pensa che magari, non siano colpevoli!

Guardando la TV e le notizie delle agenzie, cerco di annalizzare la situazione con calma, e mi domando quali sono i FATTI? La donna è stata sorpresa davanti alla casa, dove abitava e dove lavorava, con le chiavi che tante altre volte le ha avuto tra le mani. Non è un orario insolito, sono le prime ore della mattina. Quali sono le prove contro di lei? Un testimone afferma di aver notato dei movimenti "sospetti" e i carabinieri trovano una mazza da baseball nella macchina. Un po’ troppo poco...

La donna grida davanti alle telecamere la sua innocenza, con disperazione. Nessuno è tentato a credere nella sua innocenza, nemmeno gli stessi romeni. In quelle ore, tutti i romeni con cui ho parlato, erano convinti della colpevolezza di quei quattro poveracci. TUTTI! Ho ricevuto messaggi ed email da parte di romeni inferociti, che chiedevano le pene più alte, la punizione esemplare, le scuse di tutti i romeni. Quando ho chiesto loro di aspettare il risultato delle indagini, quasi quasi mi accusavano di difendere dei criminali.

In tutti quei momenti, ho sentito che qualcosa non va, mi sono ricordata del Racz innocente e di quei giorni quando sostenere il rispetto della presunzione d'innocenza, sembrava un gesto folle!

La notte ho sentito la notizia, ho avuto la conferma: sono innocenti. Come per nascondere una vergognosa colpa mediatica cui tutti hanno partecipato, erano pronte NON LE SCUSE, ma le GIUSTIFICAZIONI! Ecco l'incredibile dichiarazione del colonnello Paolo Carretta, subito dopo il rilascio dei quattro romeni innocenti: "La notizia e' che si e' celebrato un processo, indipendentemente da assoluzioni o condanne. Le autorità hanno dimostrato di poter controllare un territorio, la procura ha potuto lavorare, i difensori hanno svolto egregiamente il loro lavoro". Arrestare degli innocenti, sbatterli sulla prima pagina dei TG, è un'operazione egregiamente svolta? Arrestare e processare solo 4 persone INNOCENTI , in sei giorni dalla tragedia, con 700 uomini sul territorio, è un'operazione egregiamente svolta? Dove sono tutti gli altri VERI autori di tutti gli atti di sciacallaggio commessi nella zona colpita dal terremoto, visto che tanto si è parlato di EMERGENZA SCIACALLI?

Per me, la notizia sarebbe stata un'altra: "Il paese dove tutto può accadere. 700 uomini delle forze armate hanno arrestato una donna che entrava nella propria casa e un ragazzo che aveva una mazza da baseball in macchina. Il primo ministro si congratula con le forze dell'ordine davanti alle telecamere di tutto il mondo per "l'efficacia" del sistema. Nessun risarcimento per il danno d'immagine ai quattro innocenti "

PS- Per le agenzie, i giornali e i TG (quei pochi che hanno ripreso la notizia, seppur in misura molto minore di quella dell'arresto), i quattro romeni sono stati ASSOLTI. Non hanno voluto dire INNOCENTI: la loro INNOCENZA sarebbe stato troppo evidente, ...magari avrebbe disturbato lo stereotipo di ROMENI COLPEVOLI

4 comentarii:

Hidden Side spunea...

ne ho parlato anche io sul mio blog, http://noblogo.livejournal.com/97209.html

Miruna spunea...

Grazie, ho letto con molta attenzione e interesse le osservazioni sul tuo blog.. e meno male che non siamo soli!

adjudeanu spunea...

Miruna un abraccio,sorpredente come sempre...

Miruna spunea...

Multumesc pesntur apreciere, o iau ca pe o incurajare, iar cateodata am nevoie de incurajari!