marți, martie 17, 2009

La "dolce vita" di Roma

"24 ore a Roma: pizze, piazze e dolce vita"...

No, non è il titolo di un film degli anni '60. Nè '70, o '80.

E' il titolo di un articolo della prestigiosa sezione di TRAVEL della CNN, per il mese di marzo 2009 lo potete consultare QUI. I lettori sono invitati a visitare la capitale, "perchè la primavera è uno dei momenti più belli per farlo". Ed ecco che segue una guida ai monumenti storici, ai ristoranti, il tutto condimentato con dettagli su dove andare per mangiare la vera pizza italiana o dove prendere un caffè in puro stile italiano, "in piedi al bar".

Non ci posso credere..ma come, Roma non era la città dei mostri, la città "diventata la più insicura al mondo, dopo l'arrivo dei romeni", come dichiarava non molto tempo fa l'ex sindaco Veltroni, con un tono apocalittico?

Come, alla CNN non hanno già messo Roma sulla lista nera dei posti off-limits per i turisti, magari poco sopra Kabul o Baghdad?

A chi credere, quando i giornali italiani presentano scenari di una capitale sempre sotto emergenza criminalità, quando i politici invocano l'intervento immediato dei militari e l'aiuto dei cittadini "esasperati", desiderosi di "prendere in mano la situazione" e arruolarsi nelle ronde?

Al comune c'è chi gode: la notizia dell'articolo della CNN viene riportata nell'homepage. E così si apprende un'altra notizia. Roma ha ricevuto nel 2009 un premio di eccellenza: la BIT Award 2009. Il vice-sindaco dichiara amore eterno alla capitale: "Roma, metropoli sognata e desiderata".

La domanda è : chi spiegherà ai romani, bombardati da notizie di continua emergenza, convinti che in ogni romeno si può nascondere un criminale, chi spiegherà loro alla fin fine, che Roma è proprio una bella città - non meno o più sicura delle altre metropoli europeee?

3 comentarii:

Anonim spunea...

zau asa... Veltroni ??? da' de ce, media lu Berlusca era muta ?
aveti grija ca in fixatia impotriva comunistilor (care nu exista) o sa va treziti pacaliti de "fascisti" (care tot aia sunt)

Miruna spunea...

NU, nici media lu Berlusca nu era mai prejos, asa cum nu este nici acum: Il Giornale, Studio Aperto, TG4.. stim cum sunt si cum au fost. Am facut referire la Veltroni pentru ca este singurul care si-a permis sa duca rationamentul pana acolo incat sa spuna ceea ce am citat eu,. O fraza care pe mine, in acel moment m-a socat, la fel ca atunci cand a spus ca 2/3 din detinutii de la Roma (deci nu STRAINI) sunt romani, fraza preluata cuvant cu cuvant de agentii, ziare, tv.

Anonim spunea...

ziceam asa, nu pt ca as avea vreo simpatie politica ci pt ca am obosit de atata atasament al romanilor catre dreapta aliata cu lega in... (vezi doamne) oroarea lor pt comunisti... si dorinta lor de a se integra



de-aia ziceam, ca poate din amorul pt impartialitate, era utila o aluzie si la acest (deloc lipsit de importanta) element


ba mai mult: daca ai observat cu atentie politica italiana poate ai vazut ca singurul pacat al lui Veltroni era o lipsa totala de personalitate si de initiativa politica
pe tot parcursul lui politic de nulitate, nu a facut altceva decat sa behaie in urma adversarilor ca sa dea impresia ca ca si el vede ceea ce vad celalti...

in concluzie, CINE A DECLANSAT SI PRELUNGIT TOATA CAMPANIA ASTA ???
ca din articolul tau nu se intelege

si ca sa nu ma intelegi gresit: tot respectul pt munca ta, e un punct de vedere inteligent si nu vreau sa-ti critic efortul, dealtfel demn de lauda, de a lupta impotriva acestei... ridicola situatie...

bagatorudesama :)